Statuto

art. 1 – Denominazione e sede
L’Associazione “Liberi di Volare”, associazione di volontariato, con sede a Trieste, si costituisce e dota del presente Statuto.
Opera democraticamente, persegue esclusivamente finalità di tutela ambientale, non ha fini di lucro e si avvale in modo determinante e prevalente delle prestazionei personali, volontarie e gratuite dei propri associati.

art. 2 – Scopo e attività
L’Associazione ha come scopo la salvaguardia delel specie europee ed in particolare italiane, appartenenti alle famiglie Apodidae (rondone, rondone pallido, rondone maggiore) e Hirundinidae (rondine, rondine rossiccia, topino, balestruccio, rondine montana), specie in decremento demografico a causa di fattori associati alle attività antropiche, che influenzano negativamente sia le aree europee di riproduzione, incluso il territorio italiano, sia le aree di svernamento nel continente africano e importanti per la diversità biologica, l’attività di controllo sugli insetti dannosi e l’aspetto culturale da sempre associato ad esse.
Il perseguimento di questi scopi avviene attraverso:
a) l’attività di ricerca, anche in collaborazione con enti scientifici (Università, Enti di Ricerca) sugli aspetti biologici, etologici e sanitari di questi uccelli;
b) l’attività di cura, riabilitazione e reintroduzione in natura di soggetti giovani ed adulti incapaci, per diverse cause, di affrontare il volo;
c) l’impianto del piumaggio danneggiato, applicando la metodologia dell’ “imping”, anche mediante l’aiuto di veterinari specializzati;
d) l’attività di educazione e di sensibilizzazione della popolazione e degli enti pubblici, organizzando conferenze, dibattiti, pubblicazioni, iniziative didattiche, corsi di formazione e quant’altro idoneo a diffondere in special modo tra i giovani, la conoscenza dei problemi della conservazione di questa specie aviarie, al fine di ridurre le interferenze antropiche e favorire un loro auspicabile aumento;
e) favorire e tutelare i siti di nidificazione e riproduzione.

art. 3 – Ambito di attività
L’Associazione opera nel territorio della provincia di Trieste.

art. 4 – I Soci
Possono aderire all’Associazione tutte le persone fisiche che condividono le finalità dell’Associazione. La domanda è sottoscritta per presentazione da parte di due soci. L’ammissione è accettata nella prima riunione utile del Consiglio Direttivo. Il rigetto della domanda è motivato.
I soci hanno diritto a partecipare alle attività promosse dall’Associazione e ad eleggerne gli organi direttivi.
Gli associati prestano la loro opera ed assumono le cariche sociali in modo personale e gratuito e non hanno diritto ad alcun compenso se non al rimborso delle spese sostenute.
La qualifica di socio si perde per:
a) annuale mancato pagamento della quota sociale;
b) dimissioni volontarie;
c) radiazione qualora il comportamento e le attività del socio siano in palese contrasto con i principi e le finalità dell’Associazione.

art. 5 – Assemblea
L’assemblea si riunisce almeno una volta all’anno su convocazione del Presidente o, in caso di sua inerzia, di un quinto dei soci.
L’assemblea è convocata, previa comunicazione ai soci dell’ordine del giorno, inviato con un anticipo di almeno 10 giorni, per posta elettronica o altro mezzo di comunicazione indicato all’atto dell’iscrizione. Possono partecipare all’Assemblea tutti coloro che siano in regola con le quote sociali al momento della convocazione. E’ regolarmente costituita in prima convocazione con la presenza della metà più uno degli associati; in seconda convocazione qualunque sia il numero dei presenti.
L’assemblea delibera a maggioranza ad eccezione dei casi indicati nello statuto. Determina annualmente la quota associativa. Provvede alla radiazione dei soci che contravvengano ai doveri statutari. Quest’ultima deliberazione è assunta con voto segreto e dopo aver ascoltato le giustificazioni dell’interessanto ed è motivata.
L’assemblea può designare, su proposta del Direttivo, soci onorari tra eminenti personalità che abbiano dato un contributo significativo alla tutela dell’ambiente.

art. 6 – Consiglio Direttivo
Il consiglio direttivo è l’organo di governo e di amministrazione dell’Associazione ed opera in attuazione delle volontà e degli indirizzi generali dell’Assemblea.
E’ composto da tre a cinque membri, eletti dall’assemblea tra i soci e dura in carica tre anni. Nomina tra i suoi componenti il Presidente, il Vicepresidente ed il Tesoriere. Delibera a maggioranza dei componenti.

art. 7 – Presidente
Il Presidente rappresenta legalmente l’Associazione.
Convoca l’Assemblea ed il Consiglio Direttivo e presenta annualmente una relazione sull’attività svolta.

art. 8 – Patrimonio
Le risorse economiche dell’Associazione sono costituite da:
a) beni mobili ed immobili;
b) contributi e quote associative;
c) donazioni;
d) ogni altra entrata ammessa dalla Legge 266/1991.
Gli utili o avanzi di gestione sono impiegati per la realizzazione delle attività istituzionali o di quelle ad esse direttamente connesse. E’ vietato distribuire, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, nonché fondi riserve o capitale, surante la vita dell’Associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposti dalla Legge.

art. 9 – Bilanci
I bilanci preventivo e consuntivo sono redatti annualmente a cura del Consiglio Direttivo. Il bilancio coincide con l’anno solare, l’esercizio finanziario si chiude il 31 dicembre di ogni anno.
Il bilancio consuntivo è sottoposto entro il mese di aprile all’approvazione dell’assemblea.
gli avanzi di gestione sono impiegati per la realizzazione delle attività stabilite dall’Associazione e di quelle ad esse direttamente connesse.

art. 10 – Durata, scioglimento e devoluzione dei beni
La durata dell’Associazione è illimitata.
Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea dei soci che delibera validamente in presenza dei due terzi degli iscritti, provvedendo contestualmente alla nomina di uno o più liquidatori.

art. 11 – Statuto
L’Associazione è disciplinata dal presente statuto ed agisce in conformità alla Legge 11 agosto 1991 n. 266 ed alla Legge regionale sul volontariato.
Le modifiche del presente statuto sono deliberate dall’Assemblea dei soci che delibera a maggioranza in prima convocazione in presenza dei tre quarti degli iscritti e, in seconda, qualunque sia il numero dei presenti.

Annunci

2 thoughts on “Statuto

  1. Pingback: Quote sociali 2014 | Liberi di Volare 2012 ONLUS

  2. Pingback: Quote associative 2015 | Liberi di Volare 2012 ONLUS

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...